A A A A A
Bible Book List

Proverbi 13-15La Nuova Diodati (LND)

13 Un figlio saggio ascolta l'ammaestramento di suo padre, ma lo schernitore non dà ascolto al rimprovero.

Dal frutto della sua bocca l'uomo mangerà ciò che è buono, ma l'anima dei perfidi si ciberà di violenza.

Chi custodisce la sua bocca protegge la propria vita, ma chi apre troppo le labbra va incontro alla rovina,

L'anima del pigro desidera e non ha nulla, ma l'anima dei solerti sarà pienamente soddisfatta.

Il giusto odia la menzogna, ma l'empio è disgustoso e verrà svergognato.

La giustizia custodisce colui la cui via è integra, ma l'empietà fa cadere il peccatore.

C'è chi si comporta come un ricco, ma non ha nulla, c'è invece chi si comporta come un povero, ma ha molti beni.

Le ricchezze di un uomo servono per il riscatto della sua vita, ma il povero non sente alcuna minaccia.

La luce dei giusti risplende luminosa ma la lampada degli empi si spegnerà.

10 Dall'orgoglio viene solamente contesa, ma la sapienza è con quelli che danno ascolto ai consigli.

11 La ricchezza ottenuta disonestamente si ridurrà a ben poco, ma chi accumula con fatica l'aumenterà.

12 L'attesa differita fa languire il cuore, ma il desiderio adempiuto è un albero di vita.

13 Chi disprezza la parola sarà distrutto, ma chi rispetta il comandamento sarà ricompensato.

14 L'insegnamento del saggio è una fonte di vita per far evitare a uno i lacci della morte.

15 Buon senno procura favore, ma il procedere dei perfidi è nocivo.

16 Ogni uomo prudente agisce con conoscenza, ma lo stolto fa sfoggio di follia.

17 Il messaggero malvagio cade nei guai, ma l'ambasciatore fedele reca guarigione.

18 Miseria e vergogna verranno su chi rifiuta la correzione, ma chi dà ascolto alla riprensione sarà onorato.

19 Il desiderio realizzato è dolce all'anima, ma per gli stolti è cosa abominevole allontanarsi dal male.

20 Chi va con i saggi diventa saggio, ma il compagno degli stolti diventerà malvagio.

21 Il male perseguita i peccatori, ma il giusto sarà ricompensato col bene.

22 L'uomo buono lascia un'eredità ai figli dei suoi figli, ma la ricchezza del peccatore è messa da parte per il giusto.

23 Il campo coltivato dei poveri dà cibo in abbondanza, ma c'è chi perisce per mancanza di equità.

24 Chi risparmia la verga odia il proprio figlio, ma chi lo ama lo corregge per tempo.

25 Il giusto mangia fino a saziarsi, ma il ventre degli empi patisce la fame.

14 La donna saggia edifica la sua casa, ma la stolta la demolisce con le proprie mani.

Chi cammina nella sua rettitudine teme l'Eterno, ma chi è pervertito nelle sue vie lo disprezza.

Nella bocca dello stolto c'è il germoglio della superbia, ma le labbra dei saggi li custodiscono.

Dove non ci sono buoi la greppia è vuota, ma l'abbondanza del raccolto sta nella forza del bue.

Il testimone fedele non mentisce, ma il testimone falso proferisce menzogne.

Lo schernitore cerca la sapienza e non la trova, ma la conoscenza è cosa facile per chi ha intendimento.

Allontanati dall'uomo stolto perché non troverai conoscenza sulle sue labbra.

La sapienza dell'uomo prudente sta nel discernere la propria strada, ma la follia degli stolti è inganno.

Gli stolti ridono del peccato, ma tra gli uomini retti c'è grazia.

10 Il cuore conosce la sua propria amarezza, ma un estraneo non può prendere parte alla sua gioia.

11 La casa degli empi sarà distrutta, ma la tenda degli uomini retti fiorirà.

12 C'è una via che all'uomo sembra diritta ma la sua fine sfocia in vie di morte.

13 Anche nel riso il cuore può essere nell'afflizione, e la gioia stessa può finire nel dolore.

14 Lo sviato di cuore si sazierà delle sue vie, e l'uomo dabbene si sazierà dei suoi frutti.

15 Lo sciocco crede ad ogni parola, ma l'uomo prudente fa bene attenzione ai suoi passi.

16 L'uomo saggio teme e si allontana dal male, ma lo stolto si adira ed è presuntuoso.

17 Chi è facile all'ira commette follie e l'uomo con intenzioni cattive è odiato.

18 Gli sciocchi ereditano stoltezza, ma i prudenti sono coronati di conoscenza.

19 I malvagi si inchineranno davanti ai buoni e gli empi alle porte dei giusti.

20 Il povero è odiato dal suo stesso amico, ma il ricco ha molti corteggiatori.

21 Chi disprezza il suo prossimo pecca, ma chi ha pietà dei poveri è beato.

22 Non deviano forse dalla retta via quelli che tramano il male? Ma quelli che pensano il bene troveranno benignità e verità.

23 In ogni fatica c'è un guadagno, ma il parlare ozioso porta solo alla povertà.

24 La corona dei saggi è la loro ricchezza, ma la follia degli stolti è follia.

25 Un testimone verace salva delle vite ma un falso testimone proferisce menzogne.

26 Nel timore dell'Eterno c'è una grande sicurezza, e i suoi figli avranno un luogo di rifugio.

27 Il timore dell'Eterno è una fonte di vita che fa evitare i lacci della morte.

28 La gloria del re è nella moltitudine del popolo, ma la rovina del principe è nella scarsità della gente.

29 Chi è lento all'ira ha molta prudenza, ma chi è facile all'ira mette in mostra la sua follia.

30 Un cuore sano è vita per il corpo, ma l'invidia è il tarlo delle ossa.

31 Chi opprime il povero oltraggia colui che l'ha fatto, ma chi ha pietà del bisognoso lo onora.

32 L'empio è travolto dalla sua stessa malvagità, ma il giusto ha speranza nella sua stessa morte.

33 La sapienza riposa nel cuore di chi ha intendimento, ma ciò che è nel cuore degli stolti viene reso noto.

34 La giustizia innalza una nazione, ma il peccato è la vergogna dei popoli.

35 Il favore del re è per il servo che agisce saggiamente, ma la sua ira è contro chi si comporta vergognosamente.

15 La risposta dolce calma la collera, ma la parola pungente eccita l'ira.

La lingua dei saggi usa la conoscenza rettamente, ma la bocca degli stolti riversa follia.

Gli occhi dell'Eterno sono in ogni luogo, per guardare i cattivi e i buoni.

Una lingua sana è un albero di vita, ma la lingua perversa strazia lo spirito.

Lo stolto disprezza la correzione di suo padre, ma chi apprezza la riprensione agisce con accortezza.

Nella casa del giusto c'è grande abbondanza, ma nella rendita dell'empio ci sono guai.

Le labbra dei saggi spargono conoscenza, ma non cosí il cuore degli stolti.

Il sacrificio degli empi è un abominio all'Eterno, ma la preghiera degli uomini retti gli è gradita.

La via dell'empio è un abominio all'Eterno, ma egli ama chi segue la giustizia.

10 Una dura correzione attende chi lascia la diritta via; chi odia la riprensione morirà.

11 Lo Sceol e Abaddon sono davanti all'Eterno; tanto piú lo sono i cuori dei figli degli uomini!

12 Lo schernitore non ama chi lo riprende; egli non va dai saggi.

13 Un cuore gioioso rende il viso raggiante, ma per l'afflizione del cuore lo spirito è abbattuto,

14 Il cuore di chi ha intendimento cerca la conoscenza, ma la bocca degli stolti si pasce di follia.

15 Tutti i giorni dell'indigente sono cattivi, ma per un cuore contento è sempre festa.

16 Meglio poco con il timore dell'Eterno, che un gran tesoro con preoccupazioni.

17 Meglio un piatto di verdura dove c'è amore, che un bue ingrassato dove c'è odio.

18 L'uomo irascibile fomenta contese, ma chi è lento all'ira acqueta le liti.

19 La via del pigro è come una siepe di spine, ma il sentiero degli uomini retti è reso piano.

20 Il figlio saggio allieta il padre, ma l'uomo stolto disprezza sua madre.

21 La follia è gioia per chi è privo di senno, ma l'uomo che ha intendimento cammina diritto.

22 I disegni falliscono dove non c'è consiglio, ma riescono dove c'è una moltitudine di consiglieri.

23 Uno prova gioia quando può dare una risposta, e quanto è buona una parola detta al tempo giusto!

24 Per l'uomo prudente la via della vita conduce in alto, per fargli evitare lo Sceol in basso.

25 L'Eterno distruggerà la casa dei superbi, ma renderà stabili i confini della vedova.

26 I pensieri malvagi sono un abominio all'Eterno, ma le parole affabili sono pure.

27 Chi è avido di guadagno mette nei guai la sua stessa casa, ma chi odia i regali vivrà.

28 Il cuore del giusto medita come deve rispondere, ma la bocca degli empi vomita cose malvagie.

29 L'Eterno è lontano dagli empi, ma ascolta la preghiera dei giusti.

30 La luminosità degli occhi rallegra il cuore, una buona notizia irrobustisce le ossa.

31 L'orecchio che ascolta la riprensione di vita, dimorerà fra i saggi.

32 Chi rifiuta la correzione disprezza la sua stessa anima, ma chi dà ascolto alla riprensione acquista senno.

33 Il timore dell'Eterno è un ammaestramento di sapienza, e prima della gloria c'è l'umiltà.

La Nuova Diodati (LND)

Copyright © 1991 by La Buona Novella s.c.r.l.

  Back

1 of 1

You'll get this book and many others when you join Bible Gateway Plus. Learn more

Viewing of
Cross references
Footnotes