A A A A A
Bible Book List

Matteo 27La Bibbia della Gioia (BDG)

Processo ed esecuzione.

27 La mattina dopo, i primi sacerdoti e i capi giudei si riunirono di nuovo per trovare il modo d’indurre le autorità di Roma a condannare a morte Gesù. Poi lo mandarono legato da Pilato, il governatore romano.

Quando Giuda, il traditore, vide che Gesù era stato condannato a morte, si pentì di ciò che aveva fatto. Prese allora le trenta monete d’argento e le riportò ai primi sacerdoti e agli altri capi giudei, dicendo:

« Ho peccato. Ho tradito un innocente! » « Questi sono affari tuoi », gli risposero quelli.

Allora, disperato, buttò il denaro sul pavimento del tempio, uscì e andò ad impiccarsi. I capi sacerdoti raccolsero le monete e dissero: « Non possiamo metterle tra le offerte, perché è contro la legge accettare denaro pagato per un assassinio ».

Finalmente, dopo essersi consultati, con quei soldi decisero di comprare un certo campo, da cui si prendeva la creta per i vasi, per farne un cimitero per gli stranieri che morivano a Gerusalemme. Questa è la ragione per cui quel cimitero ancor oggi si chiama « il Campo di Sangue ».

Così si avverava la profezia di Geremia che dice: « Presero le trenta monete d’argento, il prezzo valutato per lui dalla gente d’Israele, 10 e comprarono il campo del vasaio, come il Signore mi aveva ordinato! »

11 Gesù fu portato davanti a Pilato, il governatore romano. « Sei tu il re dei Giudei? » gli chiese il governatore.

« Sì », rispose Gesù.

12 Ma, quando i primi sacerdoti e gli altri capi giudei gli mossero le loro accuse, non disse una sola parola.

13 « Non senti ciò che stanno dicendo contro di te? » gli chiese Pilato. 14 Ma Gesù non rispose niente, con grande sorpresa del governatore.

15 A quei tempi era usanza che il governatore liberasse un prigioniero giudeo all’anno, durante le feste di Pasqua, chiunque fosse stato scelto dal popolo. 16 In quel periodo era in prigione un famigerato criminale di nome Barabba. 17 Vista la folla che quella mattina si era riunita davanti al suo palazzo, Pilato chiese: « Chi volete che lasci libero: Barabba o Gesù, il vostro Messia? » 18 Disse così, perché sapeva molto bene che i capi giudei avevano arrestato Gesù, perché erano invidiosi della sua popolarità.

19 Proprio in quel momento, mentre Pilato presiedeva la corte, sua moglie gli mandò a dire: « Cerca di non aver niente a che fare contro quell’innocente, perché la notte scorsa ho avuto un incubo terribile che lo riguardava ».

20 Nel frattempo, i capi sacerdoti e gli alti esponenti giudei persuadevano la folla a chiedere la liberazione di Barabba e la morte di Gesù. 21 Perciò, quando il governatore chiese di nuovo: « Chi di questi due volete che liberi? » la folla gridò: « Barabba! » Pilato chiese ancora:

22 « Allora che ne devo fare di Gesù, il vostro Messia? » « Crocifiggilo! » gridarono tutti.

23 « Perché? » replicò Pilato. « Che cosa ha fatto di male? » Ma la folla gridava sempre più forte: « In croce! In croce! »

24 Quando Pilato vide che non c’era più niente da fare e che stava per scoppiare un tumulto, si fece portare una bacinella d’acqua e si lavò le mani davanti alla folla, dicendo: « Io non c’entro con la morte di quest’uomo giusto. Pensateci voi! »

25 E la folla di rimando gridò: « Il suo sangue ricada su di noi e sui nostri figli! »

26 Allora Pilato fece liberare Barabba. Poi, dopo aver fatto frustare Gesù, lo consegnò ai soldati romani, perché fosse portato via e crocifisso. 27 I soldati allora lo portarono nella piazza d’arme e riunirono intorno a lui tutto il corpo di guardia. 28 Lo spogliarono e gli gettarono sulle spalle un mantello rosso scarlatto. 29 Poi fecero una corona con delle spine e gliela misero in testa; nella mano destra gli diedero un bastone, come scettro, e si inginocchiarono davanti a lui, beffandolo: « Salve, re dei Giudei! » dicevano. 30 Poi gli sputavano addosso e gli prendevano il bastone per picchiarlo sulla testa.

31 Dopo averlo schernito, gli tolsero il mantello, gli rimisero i suoi abiti e lo portarono via per crocifiggerlo. 32 Mentre si avviavano verso il luogo dell’esecuzione, s’imbatterono in un cireneo, un africano, di nome Simone; e lo costrinsero a portare la croce di Gesù. 33 Giunti in un posto chiamato Gòlgota, che significa, « Collina del Teschio », 34 i soldati gli diedero da bere del vino mescolato con fiele. Gesù lo assaggiò, ma poi non volle berlo.

35 Dopo averlo inchiodato sulla croce, i soldati si giocarono a dati i suoi vestiti. 36 Poi si sedettero tutti attorno a fargli la guardia. 37 Sopra la sua testa avevano messo una tabella che diceva: « Questo è Gesù, il re dei Giudei ».

38 Quella mattina con Gesù furono crocifissi anche due ladri, uno alla sua destra e uno alla sua sinistra. 39 Quelli che passavano di lì, lo insultavano; scuotendo la testa, dicevano: 40 « Allora! Non sei tu che puoi distruggere il tempio e ricostruirlo in tre giorni? Se sei davvero il Figlio di Dio, scendi dalla croce e salva te stesso! »

41-43 Anche i primi sacerdoti e i capi giudei lo prendevano in giro e dicevano: « Ha salvato gli altri,” ma non è capace di salvare se stesso! Dato che sei il re d’Israele, scendi dalla croce e ti crederemo! Ha confidato in Dio, e allora: che Dio lo liberi adesso, se lo ama; non ha forse detto: “Io sono il Figlio di Dio”? ».

44 Ed anche i ladri, crocifissi con lui, lo insultavano.

45 Quel giorno, si fece buio su tutta la terra per tre ore, da mezzogiorno alle tre.

46 Verso le tre, Gesù gridò: « Elì, Elì, lamà sabactanì? » che significa, « Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato? »

47 Alcuni dei presenti non capirono bene queste parole e pensarono che stesse chiamando il profeta Elia. 48 Uno di loro corse a prendere una spugna imbevuta d’aceto e la mise in cima a un bastone per dargli da bere. 49 Ma gli altri dicevano: « Lascialo perdere! Vediamo se Elia viene a salvarlo! »

50 Poi Gesù gridò di nuovo, rese lo spirito e morì. 51 Ed ecco: la cortina che separava il Luogo Santissimo nel tempio si squarciò da cima a fondo. La terra sussultò, le rocce si frantumarono, 52 le tombe si aprirono, e resuscitarono molti uomini e donne credenti.

53 Dopo la resurrezione di Gesù, uscirono dalle tombe e andarono a Gerusalemme, dove apparvero a molti.

54 I soldati e il centurione presenti alla crocifissione furono terrorizzati dal terremoto e da tutto ciò che avevano visto ed esclamarono: « Questo era davvero il Figlio di Dio! »

55 Molte donne, che erano venute dalla Galilea con Gesù per prendersi cura di lui, erano rimaste a guardare da lontano. 56 Fra loro c’era Maria Maddalena e Maria, madre di Giacomo e Giuseppe, e c’era anche la madre di Giacomo e Giovanni (i figli di Zebedeo).

Morto e sepolto.

57 Quando si fece sera, un certo Giuseppe di Arimatea, uomo ricco e seguace di Gesù, 58 si presentò a Pilato per chiedergli il corpo di Gesù. Pilato ordinò che glielo lasciassero prendere. 59 Giuseppe prese il corpo, lo avvolse in fasce pulite di lino, 60 e lo mise nella propria tomba nuova, scavata nella roccia. Poi, prima di andarsene, fece rotolare una grande pietra davanti all’entrata della tomba. 61 Intanto, Maria Maddalena e l’altra Maria se ne stavano sedute di fronte alla tomba.

62 Il giorno dopo, alla conclusione del primo giorno delle cerimonie di Pasqua, i capi sacerdoti e i Farisei andarono da Pilato 63 a dirgli: « Signore ci siamo ricordati che quel bugiardo, quand’era ancora vivo, ha detto: “Dopo tre giorni risusciterò”. 64 Perciò ti chiediamo che tu ordini che venga fatta la guardia al sepolcro fino al terzo giorno. Così i suoi discepoli non potranno venire a rubare il suo corpo, per poi dire a tutti che è risuscitato. Se capitasse una cosa del genere, quest’ultimo inganno sarebbe peggiore del primo! »

65 « Avete la vostra guardia del tempio », rispose Pilato. « Può sorvegliare il sepolcro abbastanza bene ». 66 Allora quelli andarono, sigillarono il sepolcro e misero le guardie di custodia.

La Bibbia della Gioia (BDG)

La Bibbia della Gioia Copyright © 1997, 2006 by Biblica, Inc.® Used by permission. All rights reserved worldwide.

  Back

1 of 1

You'll get this book and many others when you join Bible Gateway Plus. Learn more

Viewing of
Cross references
Footnotes