A A A A A
Bible Book List

Isaia 3:13-15 Nuova Riveduta 1994 (NR1994)

13 Il Signore si presenta per discutere la causa,
e sta in piedi per giudicare i popoli.

14 Il Signore entra in giudizio
con gli anziani del suo popolo e con i príncipi di esso:
«Voi siete quelli che hanno devastato la vigna!
Le spoglie del povero sono nelle vostre case!

15 Con quale diritto opprimete il mio popolo
e pestate la faccia agli indifesi?»
Dice il Signore, il Signore degli eserciti.

Nuova Riveduta 1994 (NR1994)

Copyright © 1994 by Geneva Bible Society

1 Timoteo 6:6-10 Nuova Riveduta 1994 (NR1994)

La pietà, con animo contento del proprio stato, è un grande guadagno. Infatti non abbiamo portato nulla nel mondo, e neppure possiamo portarne via nulla; ma avendo di che nutrirci e di che coprirci, saremo di questo contenti. Invece quelli che vogliono arricchire cadono vittime di tentazioni, di inganni e di molti desideri insensati e funesti, che affondano gli uomini nella rovina e nella perdizione. 10 Infatti l'amore del denaro è radice di ogni specie di mali; e alcuni che vi si sono dati, si sono sviati dalla fede e si sono procurati molti dolori.

Nuova Riveduta 1994 (NR1994)

Copyright © 1994 by Geneva Bible Society

Ecclesiaste 2:21-26 Nuova Riveduta 1994 (NR1994)

21 Infatti, ecco un uomo che ha lavorato con saggezza, con intelligenza e con successo, e lascia il frutto del suo lavoro in eredità a un altro, che non vi ha speso nessuna fatica! Anche questo è vanità, è un male grande. 22 Allora, che profitto trae l'uomo da tutto il suo lavoro, dalle preoccupazioni del suo cuore, da tutto ciò che gli è costato tanta fatica sotto il sole? 23 Tutti i suoi giorni non sono che dolore, la sua occupazione non è che fastidio; perfino la notte il suo cuore non ha posa. Anche questo è vanità.

24 Non c'è nulla di meglio per l'uomo del mangiare, del bere e del godersi il benessere in mezzo alla fatica che egli sostiene; ma anche questo ho visto che viene dalla mano di Dio. 25 Infatti, chi senza di lui[a] può mangiare o godere? 26 Poiché Dio dà all'uomo che egli gradisce, saggezza, intelligenza e gioia; ma al peccatore lascia il compito di raccogliere, di accumulare, per lasciare poi tutto a colui che è gradito agli occhi di Dio. Anche questo è vanità e un correre dietro al vento.

Footnotes:

  1. Ecclesiaste 2:25 Chi senza di lui, cosí parecchi mss., i Settanta e la Siriaca; l'ebraico ha: chi più di me può…
Nuova Riveduta 1994 (NR1994)

Copyright © 1994 by Geneva Bible Society

  Back

1 of 1

You'll get this book and many others when you join Bible Gateway Plus. Learn more

Viewing of
Cross references
Footnotes