A A A A A
Bible Book List

Giosué 12-15 La Nuova Diodati (LND)

12 Or questi sono i re del paese sconfitti dai figli d'Israele, che presero possesso del loro territorio di là dal Giordano, verso l'est, dal torrente Arnon fino al monte Hermon e tutta l'Arabah orientale:

Sihon, re degli Amorei, che abitava a Heshbon e dominava da Aroer, che è sulle sponde del fiume Harnon, da metà del fiume e da metà di Galaad, fino al fiume Jabbok, confine dei figli di Ammon;

e nella parte orientale dell'Arabah dal mare di Kinnereth fino al mare dell'Arabah, il Mar Salato fino a Beth Jescimoth, e a sud fino sotto le pendici del Pisgah.

Poi il territorio di Og re di Bashan, uno dei superstiti dei giganti, che abitava ad Ashtaroth e a Edrei,

e dominava sul monte Hermon, su Salkah, su tutto Bashan fino al confine dei Gheshuriti e dei Maakathiti, e sulla metà di Galaad fino al confine di Sihon re di Heshbon.

Mosè, servo dell'Eterno, e i figli d'Israele li sconfissero; quindi Mosè, servo dell'Eterno, diede il loro paese come possesso ai Rubeniti, ai Gaditi e a metà della tribú di Manasse.

Questi invece sono i re del paese che Giosuè e i figli d'Israele sconfissero di qua dal Giordano, a ovest, da Baal-Gad nella valle del Libano fino al monte Halak che si eleva verso Seir, paese che Giosuè diede in possesso alle tribú d'Israele, secondo le loro divisioni,

nella regione montuosa, nel bassopiano, nell'Arabah, sulle pendici dei monti, nel deserto e nel Neghev; il paese degli Hittei, degli Amorei, dei Cananei, dei Perezei, degli Hivvei e dei Gebusei:

il re di Gerico uno; il re di Ai, vicino a Bethel, uno;

10 il re di Gerusalemme, uno; il re di Hebron, uno;

11 Il re di Jarmuth, uno; il re di Lakish, uno;

12 il re di Eglon, uno; il re di Ghezer, uno

13 il re di Debir, uno; il re di Gheder, uno

14 il re di Hormah, uno; il re di Arad, uno

15 il re di Libnah, uno; il re di Adullam, uno

16 il re di Makkedah, uno; il re di Bethel, uno;

17 il re di Tappuah, uno; il re di Hefer, uno

18 il re di Afek, uno; il re di Sharon, uno

19 il re di Madon, uno; il re di Hatsor, uno

20 il re di Scimron-Meron, uno; il re di Akshaf, uno;

21 il re di Taanak, uno; il re di Meghiddo, uno;

22 il re di Kedesh, uno; il re di Jokneam, al Karmel, uno;

23 il re di Dor, sulle alture di Dor, uno; il re delle genti di Ghilgal, uno;

24 il re di Tirtsah, uno. In tutto trentun re.

13 Or Giosuè era vecchio e avanzato negli anni; e l'Eterno gli disse: «Tu sei vecchio e avanzato negli anni, e rimane ancora una grandissima parte del paese da conquistare.

Questo è il paese che ancora rimane: tutto il territorio dei Filistei e tutto qello dei Gheshuriti,

dallo Scihor che scorre a est dell'Egitto, fino al confine di Ekron verso nord, (regione che è ritenuta cananea), dei cinque principi dei Filistei: cioè di Gaza, di Ashdod, di Ashkalon, di Gath, di Ekron, e anche gli Avvei,

a sud, tutto il paese dei Cananei, e Mearah che appartiene ai Sidoni, fino ad Afek, fino al confine degli Amorei;

il paese dei Ghibliti e tutto il Libano verso l'est, da Baal-Gad, ai piedi del monte Hermon, fino all'ingresso di Hamath;

tutti gli abitanti della regione montuosa dal Libano fino alle acque i Misrefoth, e tutti i Sidoni. lo li scaccerò davanti ai figli d'Israele; tu intanto distribuisci a sorte il paese fra gl'Israeliti come eredità, nel modo che ti ho comandato.

Or dunque dividi questo paese in eredità fra le nove tribú e la metà tribú di Manasse».

I Rubeniti e i Gaditi, con l'altra metà tribú, hanno ricevuto la loro eredità, che Mosè diede loro di là dal Giordano, a est, come aveva dato loro Mosè, servo dell'Eterno:

da Aroer che è sulle sponde del torrente Arnon e dalla città che è in mezzo alla valle, tutto l'altopiano di Medeba fino a Dibon;

10 tutte le città di Sihon re degli Amorei, che regnava a Heshbon, fino al confine dei figli di Ammon;

11 Galaad, il territorio dei Gheshuriti e dei Maakathiti, tutto il monte Hermon e tutto Bashan fino a Salkah;

12 tutto il regno di Og, in Bashan, che regnava ad Ashtaroth e a Edrei, che era l'ultimo superstite dei giganti. Mosè infatti li aveva sconfitti e scacciati.

13 Ma i figli d'Israele non scacciarono i Gheshuriti e i Maakathiti; perciò i Gheshuriti e i Maakathiti abitano in mezzo a Israele fino al giorno d'oggi.

14 Soltanto alla tribú di Levi, Mosè non aveva assegnato alcuna eredità; i sacrifici fatti col fuoco all'Eterno, il DIO d'Israele, sono la sua eredità, come egli aveva loro detto.

15 Mosè dunque aveva dato alla tribú dei figli di Ruben la loro parte, secondo le loro famiglie;

16 il loro territorio andava da Aroer che è sulle sponde del torrente Arnon e dalla città che è in mezzo alla valle, tutto l'altopiano presso Medeba,

17 Heshbon e tutte le sue città che sono sull'altopiano: Dibon, Bamoth-Baal, Beth-Baal-Meon,

18 Jahtsah, Kedemoth, Mefaath,

19 Kirjathaim, Sibmah, Tsereth-Hashahar sul monte della valle,

20 Beth-Peor, le pendici del Pisgah e Beth-Jescimoth;

21 tutte le città dell'altopiano e tutto il regno di Sihon, re degli Amorei che regnava a Heshbon, che Mosè sconfisse con i principi di Madian: Evi, Rekem, Tsur, Hur e Reba, principi vassalli di Sihon, che abitavano il paese.

22 I figli d'Israele uccisero pure con la spada Balaam, figlio di Beor, l'indovino, insieme agli altri da loro uccisi tra i Madianiti.

23 Al territorio dei figli di Ruben faceva da confine il Giordano. Questa fu l'eredità dei figli di Ruben secondo le loro famiglie, con le città e i loro villaggi.

24 Mosè aveva pure dato alla tribú di Gad, ai figli di Gad, la loro parte, secondo le loro famiglie.

25 Il loro territorio comprendeva Jazer, tutte le città di Galaad, la metà del paese dei figli di Ammon fino ad Aroer, che è di fronte a Rabbah,

26 e da Heshbon fino a Ramath-Mitspah e Betonim, e da Mahanaim fino al confine di Debir,

27 e nella valle, Beth-Haram, Beth-Nimrah, Sukkoth e Tsafon, il resto del regno di Sihon re di Heshbon, con il Giordano per confine, fino all'estremità del Mar di Kinnereth, di là dal Giordano, a est.

28 Questa fu l'eredità dei figli di Gad secondo le loro famiglie, con le città e i loro villaggi.

29 Mosè aveva pure dato alla mezza tribú di Manasse, ai figli di Manasse, la loro parte, secondo le loro famiglie.

30 Il loro territorio comprendeva da Mahanaim, tutto Bashan, tutto il regno di Og re di Bashan, tutti i villaggi di Jair che sono in Bashan, in tutto sessanta città.

31 La metà di Galaad, Ashtaroth e Edrei, città del regno di Og in Bashan, toccarono ai figli di Makir, figlio di Manasse, cioè, alla metà dei figli di Makir secondo le loro famiglie.

32 Tali sono le parti che Mosè aveva distribuito in eredità nelle pianure di Moab, al di là del Giordano, sulla sponda opposta a Gerico, a est.

33 Ma alla tribú di Levi Mosè non aveva dato alcuna eredità; l'Eterno, il DIO d'Israele, era la sua eredità, come egli aveva loro detto.

14 Questi sono i territori che i figli d'Israele ricevettero in eredità nel paese di Canaan, e che il sacerdote Eleazar, Giosuè figlio di Nun e i capifamiglia delle tribú dei figli d'Israele distribuirono loro in eredità.

La loro eredità fu decisa a sorte, come l'Eterno aveva comandato per mezzo di Mosè, alle nove tribú e alla mezza tribú,

perché alle altre due tribú e alla mezza tribú, Mosè aveva dato la loro eredità di là dal Giordano; ma non aveva dato alcuna eredità in mezzo a loro ai Leviti,

perché i figli di Giuseppe formavano due tribú: Manasse ed Efraim; ai Leviti invece non fu data alcuna parte nel paese, ma soltanto delle città per abitarvi, con i loro terreni da pascolo per il loro bestiame e i loro beni.

I figli d'Israele fecero come l'Eterno aveva comandato a Mosè e spartirono il paese.

Allora i figli di Giuda si presentarono a Giosuè a Ghilgal; e Caleb, figlio di Jefunneh, il Kenizeo, gli disse: «Tu sai ciò che l'Eterno disse a Mosè, uomo di DIO, riguardo a me e a te a Kadesh-Barnea.

Io avevo quarant'anni quando Mosè, servo dell'Eterno, mi mandò da Kadesh-Barnea ad esplorare il paese; e io gli feci un resoconto come l'avevo in cuore.

Mentre i miei fratelli che erano saliti con me scoraggiarono il popolo, io seguii pienamente l'Eterno, il mio DIO.

In quel giorno Mosè fece questo giuramento: "La terra che il tuo piede ha calcato sarà eredità tua e dei tuoi figli per sempre, perché hai pienamente seguito l'Eterno il mio DIO".

10 Ed ora ecco, l'Eterno mi ha conservato in vita, come aveva detto, questi quarantacinque anni da quando l'Eterno disse questa parola a Mosè, mentre Israele vagava nel deserto; ed ecco, oggi ho ottantacinque anni.

11 Ma oggi sono ancora forte come lo ero il giorno in cui Mosè mi mandò; lo stesso vigore che avevo allora ce l'ho anche adesso, tanto per combattere che per andare e venire.

12 Or dunque dammi questo monte di cui l'Eterno parlò quel giorno; poiché tu stesso udisti in quel giorno che vi erano gli Anakim e città grandi e fortificate. Se l'Eterno sarà con me, io li scaccerò come disse l'Eterno».

13 Allora Giosuè lo benedisse e diede Hebron in eredità a Caleb, figlio di Jefunneh.

14 Per questo Hebron è rimasta proprietà di Caleb, figlio di Jefunneh, il Kenizeo, fino al giorno d'oggi, perché aveva pienamente seguito l'Eterno, il DIO d'Israele.

15 Precedentemente Hebron si chiamava Kirjath-Arba; Arba era stato l'uomo piú grande fra gli Anakim. E il paese non ebbe più guerre.

15 La parte assegnata in sorte alla tribú dei figli di Giuda, secondo le loro famiglie, si estendeva fino al confine di Edom, al deserto di Tsin, all'estremità sud.

Il loro confine sud iniziava all'estremità del Mar Salato, dalla punta rivolta a sud,

e si prolungava a sud della salita di Akrabbim, passava per Tsin, poi risaliva a sud di Kadesh-Barnea, passava da Hetsron, saliva verso Addar e ripiegava verso Karkaa;

passava quindi da Atsmon e continuava fino al torrente d'Egitto, per finire sul mare. «Questo sarà», disse Giosuè, «il vostro confine a sud».

Il confine a est era il mar Salato fino alla foce del Giordano. Il confine a nord iniziava dal braccio di mare presso la foce del Giordano;

il confine quindi saliva verso Beth-Hoglah, passava a nord di Beth-Arabah e saliva fino al sasso di Bohan, figlio di Ruben.

Poi il confine dalla valle di Akor saliva a Debir e ripiegava a nord verso Ghilgal, che è di fronte alla salita di Adummim, a sud della valle; il confine passava poi alle acque di En-Scemesh e terminava a En-Roguel.

Il confine risaliva quindi per la valle del figlio di Hinnom fino alle pendici meridionali della città dei Gebusei (che è Gerusalemme). Il confine risaliva poi fino alla cima del monte che si trova di fronte alla valle di Hinnom a ovest, che rimane all'estremità della valle dei Refaim a nord.

Dalla cima del monte il confine si estendeva fino alla sorgente delle acque di Neftoah, continuava verso le città del monte Efron e il confine piegava poi fino a Baalah, che è Kirjath-Jearim.

10 Da Baalah il confine ripiegava quindi a ovest verso la montagna di Seir, passava sul versante a nord del monte Jearim (che è Kesalon), scendeva a Beth-Scemesh e passava per Timnah.

11 Il confine raggiungeva poi il lato nord di Ekron, ripiegava quindi verso Scikron, passava per il monte Baalah, si estendeva fino a Jabneel, per finire sul mare.

12 Il confine ad ovest era il Mar Grande. Questi erano i confini, tutt'intorno, dei figli di Giuda secondo le loro famiglie.

13 A Caleb, figlio di Jefunneh, Giosuè diede una parte in mezzo ai figli di Giuda, come l'Eterno gli aveva comandato: Kirjath-Arba, che è Hebron (Arba era padre di Anak).

14 E Caleb scacciò di là i tre figli di Anak, Sceshai, Ahiman e Talmai, discendenti di Anak:

15 Di là salì contro gli abitanti di Debir, (che prima si chiamava Kirjath-Sefer).

16 E Caleb disse: «A chi attaccherà Kirjath-Sefer e la espugnerà, io darò in moglie mia figlia Aksah».

17 Allora Othniel, figlio di Kenaz, fratello di Caleb, la espugnò e Caleb gli diede in moglie sua figlia Aksah.

18 Quando ella venne a stare con lui, persuase Otniel a chiedere a suo padre un campo. Allora essa smontò dall'asino e Caleb le disse: «Che vuoi?».

19 Ella rispose: «Fammi un dono; poiché tu mi hai dato della terra nel Neghev, dammi anche delle sorgenti d'acqua». Così egli le donò le sorgenti superiori e le sorgenti inferiori.

20 Questa fu l'eredità della tribú dei figli di Giuda, secondo le loro famiglie:

21 le città poste all'estremità della tribú dei figli di Giuda, verso i confine di Edom, nel Neghev erano: Kabtseel, Eder, Jagur,

22 Kinah, Dimonah, Adadah,

23 Kadesh, Hatsor, Ithnam,

24 Zif, Telem, Beaoth,

25 Hatsor-Hadattah, Kerioth-Hetsron (cioè Hatsor),

26 Amam, Scema, Moladah,

27 Hatsor-Gaddah, Heshmon, Beth-Pelet,

28 Hatsor-Shual, Beer-Sceba, Bizjothjah,

29 Baala, Ijim, Etsem,

30 Eltolad, Kesil, Hormah,

31 Tsiklag, Madmannah, Sansannah,

32 Lebaoth, Scilhim, Ain, Rimmon: in tutto ventinove città con i loro villaggi.

33 Nel bassopiano: Eshtaol, Tsoreah, Ashnah,

34 Zanoah, En-Gannim, Tappuah, Enam,

35 Jarmuth, Adullam, Sosoh, Azekah,

36 Shaaraim, Adithaim, Ghederah e Ghederothaim: quattordici città con i loro villaggi;

37 Tsenan, Hadashah, Migda-Gad,

38 Dilean, Mitspah, Joktheel,

39 Lakish, Botskath, Eglon,

40 Kabbon, Lahmas, Kitlish,

41 Ghederoth, Beth-Dagon, Naamah e Makkedah: sedici città con i loro villaggi;

42 Libnah, Ether, Ashan,

43 Jiftah, Ashna, Netsib,

44 Keilah, Akzib e Mareshah: nove città con i loro villaggi;

45 Ekron con le sue città e i suoi villaggi;

46 da Ekron fino al mare, tutto ciò che era vicino a Ashdod con i loro villaggi;

47 Ashdod con le sue città e i suoi villaggi; Gaza con le sue città e i suoi villaggi fino al torrente d'Egitto e al Mar Grande con la sua costa.

48 Nella regione montuosa: Shanoir, Jattir, Sokoh,

49 Dannah, Kiath-Sannah, cioè Debir,

50 Anab, Esthemoth, Anim,

51 Goscen, Holon e Ghiloh: undici città con i loro villaggi;

52 Arab, Dumah, Escean,

53 Janum, Beth-Tappuah, Afekah,

54 Humtah, Kirjath-Arba (cioè Hebron), e Tsior. nove città con i loro villaggi;

55 Maon, Karmel, Zif, Juttah,

56 Jezreel, Jokdeam, Zanoah,

57 Kain, Ghibeah e Timnah: dieci città con i loro villaggi;

58 Halhul, Beth-Tsur, Ghedor,

59 Maarath, Beth-Anoth e Eltekon: sei città con i loro villaggi;

60 Kirjath-Baal (cioè Kirjath-Jearim), e Rabbah: due città con i loro villaggi.

61 Nel deserto: Beth-Arabah, Middin, Sekakah,

62 Nibshan, la città del sale e Enghedi: sei città con i loro villaggi.

63 Quanto ai Gebusei che abitavano in Gerusalemme, i figli di Giuda non li poterono scacciare; così i Gebusei hanno abitato con i figli di Giuda in Gerusalemme fino al giorno d'oggi.

La Nuova Diodati (LND)

Copyright © 1991 by La Buona Novella s.c.r.l.

  Back

1 of 1

You'll get this book and many others when you join Bible Gateway Plus. Learn more

Viewing of
Cross references
Footnotes