A A A A A
Bible Book List

Proverbi 10-12 Conferenza Episcopale Italiana (CEI)

II. LA GRANDE RACCOLTA SALOMONICA

10 Proverbi di Salomone.

Il figlio saggio rende lieto il padre;
il figlio stolto contrista la madre.
Non giovano i tesori male acquistati,
mentre la giustizia libera dalla morte.
Il Signore non lascia patir la fame al giusto,
ma delude la cupidigia degli empi.
La mano pigra fa impoverire,
la mano operosa arricchisce.
Chi raccoglie d'estate è previdente;
chi dorme al tempo della mietitura si disonora.
Le benedizioni del Signore sul capo del giusto,
la bocca degli empi nasconde il sopruso.
La memoria del giusto è in benedizione,
il nome degli empi svanisce.
L'assennato accetta i comandi,
il linguacciuto va in rovina.
Chi cammina nell'integrità va sicuro,
chi rende tortuose le sue vie sarà scoperto.
10 Chi chiude un occhio causa dolore,
chi riprende a viso aperto procura pace.
11 Fonte di vita è la bocca del giusto,
la bocca degli empi nasconde violenza.
12 L'odio suscita litigi,
l'amore ricopre ogni colpa.
13 Sulle labbra dell'assennato si trova la sapienza,
per la schiena di chi è privo di senno il bastone.
14 I saggi fanno tesoro della scienza,
ma la bocca dello stolto è un pericolo imminente.
15 I beni del ricco sono la sua roccaforte,
la rovina dei poveri è la loro miseria.
16 Il salario del giusto serve per la vita,
il guadagno dell'empio è per i vizi.
17 E' sulla via della vita chi osserva la disciplina,
chi trascura la correzione si smarrisce.
18 Placano l'odio le labbra sincere,
chi diffonde la calunnia è uno stolto.
19 Nel molto parlare non manca la colpa,
chi frena le labbra è prudente.
20 Argento pregiato è la lingua del giusto,
il cuore degli empi vale ben poco.
21 Le labbra del giusto nutriscono molti,
gli stolti muoiono in miseria.
22 La benedizione del Signore arricchisce,
non le aggiunge nulla la fatica.
23 E' un divertimento per lo stolto compiere il male,
come il coltivar la sapienza per l'uomo prudente.
24 Al malvagio sopraggiunge il male che teme,
il desiderio dei giusti invece è soddisfatto.
25 Al passaggio della bufera l'empio cessa di essere,
ma il giusto resterà saldo per sempre.
26 Come l'aceto ai denti e il fumo agli occhi
così è il pigro per chi gli affida una missione.
27 Il timore del Signore prolunga i giorni,
ma gli anni dei malvagi sono accorciati.
28 L'attesa dei giusti finirà in gioia,
ma la speranza degli empi svanirà.
29 La via del Signore è una fortezza per l'uomo retto,
mentre è una rovina per i malfattori.
30 Il giusto non vacillerà mai,
ma gli empi non dureranno sulla terra.
31 La bocca del giusto esprime la sapienza,
la lingua perversa sarà tagliata.
32 Le labbra del giusto stillano benevolenza,
la bocca degli empi perversità.

11 La bilancia falsa è in abominio al Signore,
ma del peso esatto egli si compiace.
Viene la superbia, verrà anche l'obbrobrio,
mentre la saggezza è presso gli umili.
L'integrità degli uomini retti li guida,
la perversità dei perfidi li rovina.
Non serve la ricchezza nel giorno della collera,
ma la giustizia libera dalla morte.
La giustizia dell'uomo onesto gli spiana la via;
per la sua empietà cade l'empio.
La giustizia degli uomini retti li salva,
nella cupidigia restano presi i perfidi.
Con la morte dell'empio svanisce ogni sua speranza,
la fiducia dei malvagi scompare.
Il giusto sfugge all'angoscia,
al suo posto subentra l'empio.
Con la bocca l'empio rovina il suo prossimo,
ma i giusti si salvano con la scienza.
10 Della prosperità dei giusti la città si rallegra,
per la scomparsa degli empi si fa festa.
11 Con la benedizione degli uomini retti
si innalza una città,
la bocca degli empi la demolisce.
12 Chi disprezza il suo prossimo è privo di senno,
l'uomo prudente invece tace.
13 Chi va in giro sparlando svela il segreto,
lo spirito fidato nasconde ogni cosa.
14 Senza una direzione un popolo decade,
il successo sta nel buon numero di consiglieri.
15 Chi garantisce per un estraneo si troverà male,
chi avversa le strette di mano a garanzia,
vive tranquillo.
16 Una donna graziosa ottiene gloria,
ma gli uomini laboriosi acquistano ricchezza.
17 Benefica se stesso l'uomo misericordioso,
il crudele invece tormenta la sua stessa carne.
18 L'empio realizza profitti fallaci,
ma per chi semina la giustizia il salario è sicuro.
19 Chi pratica la giustizia si procura la vita,
chi segue il male va verso la morte.
20 I cuori depravati sono in abominio al Signore
che si compiace di chi ha una condotta integra.
21 Certo non resterà impunito il malvagio,
ma la discendenza dei giusti si salverà.
22 Un anello d'oro al naso d'un porco,
tale è la donna bella ma priva di senno.
23 La brama dei giusti è solo il bene,
la speranza degli empi svanisce.
24 C'è chi largheggia e la sua ricchezza aumenta,
c'è chi risparmia oltre misura e finisce nella miseria.
25 La persona benefica avrà successo
e chi disseta sarà dissetato.
26 Chi accaparra il grano è maledetto dal popolo,
la benedizione è invocata sul capo di chi lo vende.
27 Chi è sollecito del bene trova il favore,
chi ricerca il male, male avrà.
28 Chi confida nella propria ricchezza cadrà;
i giusti invece verdeggeranno come foglie.
29 Chi crea disordine in casa erediterà vento
e lo stolto sarà schiavo dell'uomo saggio.
30 Il frutto del giusto è un albero di vita,
il saggio conquista gli animi.
31 Ecco, il giusto è ripagato sulla terra,
tanto più lo saranno l'empio e il peccatore.

12 Chi ama la disciplina ama la scienza,
chi odia la correzione è stolto.
Il buono si attira il favore del Signore,
ma egli condanna l'intrigante.
Non resta saldo l'uomo con l'empietà,
ma la radice dei giusti non sarà smossa.
La donna perfetta è la corona del marito,
ma quella che lo disonora è come carie nelle sue ossa.
I pensieri dei giusti sono equità,
i propositi degli empi sono frode.
Le parole degli empi sono agguati sanguinari,
ma la bocca degli uomini retti vi si sottrarrà.
Gli empi, una volta abbattuti, più non sono,
ma la casa dei giusti sta salda.
Un uomo è lodato per il senno,
chi ha un cuore perverso è disprezzato.
Un uomo di poco conto che basta a se stesso
vale più di un uomo esaltato a cui manca il pane.
10 Il giusto ha cura del suo bestiame,
ma i sentimenti degli empi sono spietati.
11 Chi coltiva la sua terra si sazia di pane,
chi insegue chimere è privo di senno.
12 Le brame dell'empio sono una rete di mali,
la radice dei giusti produce frutti.
13 Nel peccato delle sue labbra si impiglia il malvagio,
ma il giusto sfuggirà a tale angoscia.
14 Ognuno si sazia del frutto della sua bocca,
ma ciascuno sarà ripagato secondo le sue opere.
15 Lo stolto giudica diritta la sua condotta,
il saggio, invece, ascolta il consiglio.
16 Lo stolto manifesta subito la sua collera,
l'accorto dissimula l'offesa.
17 Chi aspira alla verità proclama la giustizia,
il falso testimone proclama l'inganno.
18 V'è chi parla senza riflettere: trafigge come una spada;
ma la lingua dei saggi risana.
19 La bocca verace resta ferma per sempre,
la lingua bugiarda per un istante solo.
20 Amarezza è nel cuore di chi trama il male,
gioia hanno i consiglieri di pace.
21 Al giusto non può capitare alcun danno,
gli empi saranno pieni di mali.
22 Le labbra menzognere sono un abominio per il Signore
che si compiace di quanti agiscono con sincerità.
23 L'uomo accorto cela il sapere,
il cuore degli stolti proclama la stoltezza.
24 La mano operosa ottiene il comando,
quella pigra sarà per il lavoro forzato.
25 L'affanno deprime il cuore dell'uomo,
una parola buona lo allieta.
26 Il giusto è guida per il suo prossimo,
ma la via degli empi fa smarrire.
27 Il pigro non troverà selvaggina;
la diligenza è per l'uomo un bene prezioso.
28 Nella strada della giustizia è la vita,
il sentiero dei perversi conduce alla morte.

  Back

1 of 1

You'll get this book and many others when you join Bible Gateway Plus. Learn more

Viewing of
Cross references
Footnotes