A A A A A
Bible Book List

1 Cronache 1-3 Conferenza Episcopale Italiana (CEI)

I. INTORNO A DAVIDE: LE GENEALOGIE

1. DA ADAMO A ISRAELE

Origine dei tre grandi gruppi

Adamo, Set, Enos, Kenan, Maalaleèl, Iared, Enoch, Matusalemme, Lamech, Noè, Sem, Cam e Iafet.

Gli Iafetiti

Figli di Iafet: Gomer, Magòg, Media, Grecia, Tubal, Mesech e Tiras.

Figli di Gomer: Ascanàz, Rifat e Togarmà. Figli di Grecia: Elisà, Tarsìs, quelli di Cipro e quelli di Rodi.

I Camiti

Figli di Cam: Etiopia, Egitto, Put e Canaan. Figli di Etiopia: Seba, Avila, Sabta, Raemà e Sabtecà. Figli di Raemà: Saba e Dedan.

10 Etiopia generò Nimròd, che fu il primo eroe sulla terra. 11 Egitto generò i Ludi, gli Anamiti, i Leabiti, i Naftuchiti, 12 i Patrositi, i Casluchiti e i Caftoriti, dai quali derivarono i Filistei. 13 Canaan generò Sidòne suo primogenito, Chet, 14 il Gebuseo, l'Amorreo, il Gergeseo, 15 l'Eveo, l'Archita, il Sineo, 16 l'Arvadeo, lo Zemareo e l'Amateo.

I Semiti

17 Figli di Sem: Elam, Assur, Arpacsàd, Lud e Aram. Figli di Aram: Uz, Cul, Gheter e Mesech. 18 Arpacsàd generò Selàch; Selàch generò Eber. 19 A Eber nacquero due figli, uno si chiamava Peleg, perché ai suoi tempi si divise la terra, e suo fratello si chiamava Ioktàn. 20 Ioktàn generò Almodàd, Salef, Cazarmàvet, Ièrach, 21 Adoràm, Uzàl, Diklà, 22 Ebàl, Abimaèl, Saba, 23 Ofir, Avila e Iobàb; tutti costoro erano figli di Ioktàn.

Da Sem ad Abramo

24 Sem, Arpacsàd, Selàch, 25 Eber, Peleg, Reu, 26 Serug, Nacor, Terach, 27 Abram, cioè Abramo.

28 Figli di Abramo: Isacco e Ismaele.

29 Ecco la loro discendenza:

Gli Ismaeliti

Primogenito di Ismaele fu Nebaiòt; altri suoi figli: Kedàr, Adbeèl, Mibsàm, 30 Mismà, Duma, Massa, Cadàd, Tema, 31 Ietur, Nafis e Kedma; questi furono discendenti di Ismaele.

32 Figli di Keturà, concubina di Abramo: essa partorì Zimràn, Ioksàn, Medan, Madian, Isbak e Suach. Figli di Ioksàn: Saba e Dedan. 33 Figli di Madian: Efa, Efer, Enoch, Abibà ed Eldaà; tutti questi furono discendenti di Keturà.

Isacco ed Esaù

34 Abramo generò Isacco. Figli di Isacco: Esaù e Israele. 35 Figli di Esaù: Elifàz, Reuèl, Ieus, Ialam e Core. 36 Figli di Elifàz: Teman, Omar, Zefi, Gatam, Kenaz, Timna e Amalek. 37 Figli di Reuèl: Nacat, Zerach, Sammà e Mizza.

Seir

38 Figli di Seir: Lotàn, Sobàl, Zibeòn, Ana, Dison, Eser e Disan. 39 Figli di Lotàn: Corì e Omàm. Sorella di Lotàn: Timna. 40 Figli di Sobàl: Alvan, Manàcat, Ebal, Sefi e Onam. Figli di Zibeòn: Aia e Ana. 41 Figli di Ana: Dison. Figli di Dison: Camràn, Esban, Itràn e Cheràn.

42 Figli di Eser: Bilàn, Zaavàn, Iaakàn. Figli di Dison: Uz e Aran.

I re di Edom

43 Ecco i re che regnarono nel paese di Edom, prima che gli Israeliti avessero un re: Bela, figlio di Beòr; la sua città si chiamava Dinàba. 44 Morto Bela, divenne re al suo posto Iobàb, figlio di Zerach di Bozra. 45 Morto Iobàb, divenne re al suo posto Cusàm della regione dei Temaniti. 46 Morto Cusàm, divenne re al suo posto Hadàd figlio di Bedàd, il quale sconfisse i Madianiti nei campi di Moab; la sua città si chiamava Avit. 47 Morto Hadàd, divenne re al suo posto Samlà di Masrekà. 48 Morto Samlà, divenne re al suo posto Saul di Recobòt, sul fiume. 49 Morto Saul, divenne re al suo posto Baal-Canàn, figlio di Acbòr. 50 Morto Baal-Canàn, divenne re al suo posto Hadàd; la sua città si chiamava Pai; sua moglie si chiamava Mechetabèl, figlia di Matred, figlia di Mezaàb.

I capi di Edom

51 Morto Hadàd, in Edom ci furono capi: il capo di Timna, il capo di Alva, il capo di Ietet, 52 il capo di Oolibamà, il capo di Ela, il capo di Pinon, 53 il capo di Kenaz, il capo di Teman, il capo di Mibzar, 54 il capo di Magdièl, il capo di Iram. Questi furono i capi di Edom.

2. GIUDA

Figli di Israele

Questi sono i figli di Israele: Ruben, Simeone, Levi, Giuda, Issacar, Zàbulon, Dan, Giuseppe, Beniamino, Nèftali, Gad e Aser.

Discendenza di Giuda

Figli di Giuda: Er, Onan, Sela; i tre gli nacquero dalla figlia di Sua la Cananea. Er, primogenito di Giuda, era malvagio agli occhi del Signore, che perciò lo fece morire. Tamàr sua nuora gli partorì Perez e Zerach. Totale dei figli di Giuda: cinque.

Figli di Perez: Chezròn e Camùl.

Figli di Zerach: Zimri, Etan, Eman, Calcol e Darda; in tutto: cinque.

Figli di Carmì: Acar, che provocò una disgrazia in Israele con la trasgressione dello sterminio. Figli di Etan: Azaria.

Origini di Davide

Figli che nacquero a Chezròn: Ieracmèl, Ram e Chelubài. 10 Ram generò Amminadàb; Amminadàb generò Nacsòn, capo dei figli di Giuda. 11 Nacsòn generò Salmà; Salmà generò Booz. 12 Booz generò Obed; Obed generò Iesse. 13 Iesse generò Eliàb il primogenito, Abinadàb, secondo, Simèa, terzo, 14 Netaneèl, quarto, Raddài, quinto, 15 Ozem, sesto, Davide, settimo. 16 Loro sorelle furono: Zeruià e Abigàil. Figli di Zeruià furono Abisài, Ioab e Asaèl: tre. 17 Abigàil partorì Amasà, il cui padre fu Ieter l'Ismaelita.

Caleb

18 Caleb, figlio di Chezròn, dalla moglie Azubà ebbe Ieriòt. Questi sono i figli di lei: Ieser, Sobàb e Ardon. 19 Morta Azubà, Caleb prese in moglie Efrat, che gli partorì Cur. 20 Cur generò Uri; Uri generò Bezaleèl. 21 Dopo Chezròn si unì alla figlia di Machir, padre di Gàlaad; egli la sposò a sessant'anni ed essa gli partorì Segùb.

22 Segùb generò Iair, cui appartennero ventitrè città nella regione di Gàlaad. 23 Ghesur e Aram presero loro i villaggi di Iair con Kenat e le dipendenze: sessanta città. Tutti questi furono figli di Machir, padre di Gàlaad. 24 Dopo la morte di Chezròn, Caleb si unì a Efrata, moglie di suo padre Chezròn, la quale gli partorì Ascùr, padre di Tekòa.

Ieracmèl

25 I figli di Ieracmèl, primogenito di Chezròn, furono Ram il primogenito, Buna, Oren, Achia. 26 Ieracmèl ebbe una seconda moglie che si chiamava Atara e fu madre di Onam.

27 I figli di Ram, primogenita di Ieracmèl, furono Maas, Iamin ed Eker.

28 I figli di Onam furono Sammài e Iada. Figli di Sammài: Nadàb e Abisùr. 29 La moglie di Abisùr si chiamava Abiàil e gli partorì Acbàn e Molìd. 30 Figli di Nadàb furono Seled ed Efraim. Seled morì senza figli. 31 Figli di Efraim: Isèi; figli di Isèi: Sesan; figli di Sesan: Aclài. 32 Figli di Iada, fratello di Sammài: Ieter e Giònata. Ieter morì senza figli. 33 Figli di Giònata: Pelet e Zaza. Questi furono i discendenti di Ieracmèl.

34 Sesan non ebbe figli, ma solo figlie; egli aveva uno schiavo egiziano chiamato Iarcà. 35 Sesan diede in moglie allo schiavo Iarcà una figlia, che gli partorì Attài. 36 Attài generò Natàn; Natàn generò Zabad; 37 Zabad generò Eflal; Eflal generò Obed; 38 Obed generò Ieu; Ieu generò Azaria; 39 Azaria generò Chelez; Chelez generò Eleasà; 40 Eleasà generò Sismài; Sismài generò Sallùm; 41 Sallùm generò Iekamià; Iekamià generò Elisamà.

Caleb

42 Figli di Caleb, fratello di Ieracmèl, furono Mesa, suo primogenito, che fu padre di Zif; il figlio di Maresà fu padre di Ebron. 43 Figli di Ebron: Core, Tappùach, Rekem e Samài. 44 Samài generò Ràcam, padre di Iorkoàm; Rekem generò Sammài. 45 Figlio di Sammài: Maòn, che fu padre di Bet-Zur.

46 Efa, concubina di Caleb, partorì Caràn, Moza e Gazez; Caran generò Gazez. 47 Figli di Iadài: Reghem, Iotam, Ghesan, Pelet, Efa e Saàf. 48 Maaca, concubina di Caleb, partorì Seber e Tircanà; 49 partorì anche Saàf, padre di Madmannà, e Seva, padre di Macbenà e padre di Gàbaa. Figlia di Caleb fu Acsa.

50 Questi furono i figli di Caleb.

Cur

Ben-Cur, primogenito di Efrata, Sobal, padre di Kiriat-Iearìm, 51 Salma, padre di Betlemme, Haref, padre di Bet-Gader. 52 Sobal, padre di Kiriat-Iearìm, ebbe come figli Reaia, Cazi e Manacàt. 53 Le famiglie di Kiriat-Iearìm sono quelle di Ieter, di Put, di Suma e di Masra. Da costoro derivarono quelli di Zorea e di Estaòl.

54 Figli di Salma: Betlemme, i Netofatiti, Atarot-Bet-Ioab e metà dei Manactei e degli Zoreatei. 55 Le famiglie degli scribi che abitavano in Iabèz: i Tireatei, Simeatei e i Sucatei. Questi erano Keniti, discendenti da Cammat della famiglia di Recàb.

3. LA CASA DI DAVIDE

Figli di Davide

Questi sono i figli che nacquero a Davide in Ebron: il primogenito Amnòn, nato da Achinoàm di Izreèl; Daniele secondo, nato da Abigàil del Carmelo; Assalonne terzo, figlio di Maaca figlia di Talmài, re di Ghesur; Adonia quarto, figlio di Agghìt; Sefatìa quinto, nato da Abitàl; Itràm sesto, figlio della moglie Egla. Sei gli nacquero in Ebron, ove egli regnò sette anni e sei mesi, mentre regnò trentatrè anni in Gerusalemme. I seguenti gli nacquero in Gerusalemme: Simèa, Sobàb, Natàn e Salomone, ossia quattro figli natigli da Betsabea, figlia di Ammièl; inoltre Ibcàr, Elisàma, Elifèlet, Noga, Nefeg, Iafia, Elisamà, Eliadà ed Elifèlet, ossia nove figli. Tutti costoro furono figli di Davide, senza contare i figli delle sue concubine. Tamàr era loro sorella.

Re di Giuda

10 Figli di Salomone: Roboamo, di cui fu figlio Abia, di cui fu figlio Asa, di cui fu figlio Giòsafat, 11 di cui fu figlio Ioram, di cui fu figlio Acazia, di cui fu figlio Ioas, 12 di cui fu figlio Amazia, di cui fu figlio Azaria, di cui fu figlio Iotam, 13 di cui fu figlio Acaz, di cui fu figlio Ezechia, di cui fu figlio Manàsse, 14 di cui fu figlio Amòn, di cui fu figlio Giosia. 15 Figli di Giosia: Giovanni primogenito, Ioakìm secondo, Sedecìa terzo, Sallùm quarto. 16 Figli di Ioakìm: Ieconia, di cui fu figlio Sedecìa.

La stirpe regale dopo l'esilio

17 Figli di Ieconia, il prigioniero: Sealtièl, 18 Malchiràm, Pedaià, Seneazzàr, Iekamià, Hosamà e Nedabia. 19 Figli di Pedaià: Zorobabele e Simei. Figli di Zorobabele: Mesullàm e Anania e Selomìt, loro sorella. 20 Figli di Mesullàm: Casubà, Oel, Berechia, Casadia, Iusab-Chèsed: cinque figli. 21 Figli di Anania: Pelatia, di cui fu figlio Isaia, di cui fu figlio Refaià, di cui fu figlio Arnan, di cui fu figlio Abdia, di cui fu figlio Secania. 22 Figli di Secania: Semaià, Cattùs, Igheal, Barìach, Naaria e Safàt: sei. 23 Figli di Naaria: Elioenài, Ezechia e Azrikàm: tre. 24 Figli di Elioenài: Odavià, Eliasìb, Pelaià, Akub, Giovanni, Delaià e Anani: sette.

Giovanni 5:25-47 Conferenza Episcopale Italiana (CEI)

25 In verità, in verità vi dico: è venuto il momento, ed è questo, in cui i morti udranno la voce del Figlio di Dio, e quelli che l'avranno ascoltata, vivranno. 26 Come infatti il Padre ha la vita in se stesso, così ha concesso al Figlio di avere la vita in se stesso; 27 e gli ha dato il potere di giudicare, perché è Figlio dell'uomo. 28 Non vi meravigliate di questo, poiché verrà l'ora in cui tutti coloro che sono nei sepolcri udranno la sua voce e ne usciranno: 29 quanti fecero il bene per una risurrezione di vita e quanti fecero il male per una risurrezione di condanna. 30 Io non posso far nulla da me stesso; giudico secondo quello che ascolto e il mio giudizio è giusto, perché non cerco la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato.

31 Se fossi io a render testimonianza a me stesso, la mia testimonianza non sarebbe vera; 32 ma c'è un altro che mi rende testimonianza, e so che la testimonianza che egli mi rende è verace. 33 Voi avete inviato messaggeri da Giovanni ed egli ha reso testimonianza alla verità. 34 Io non ricevo testimonianza da un uomo; ma vi dico queste cose perché possiate salvarvi. 35 Egli era una lampada che arde e risplende, e voi avete voluto solo per un momento rallegrarvi alla sua luce.

36 Io però ho una testimonianza superiore a quella di Giovanni: le opere che il Padre mi ha dato da compiere, quelle stesse opere che io sto facendo, testimoniano di me che il Padre mi ha mandato. 37 E anche il Padre, che mi ha mandato, ha reso testimonianza di me. Ma voi non avete mai udito la sua voce, né avete visto il suo volto, 38 e non avete la sua parola che dimora in voi, perché non credete a colui che egli ha mandato. 39 Voi scrutate le Scritture credendo di avere in esse la vita eterna; ebbene, sono proprio esse che mi rendono testimonianza. 40 Ma voi non volete venire a me per avere la vita.

41 Io non ricevo gloria dagli uomini. 42 Ma io vi conosco e so che non avete in voi l'amore di Dio. 43 Io sono venuto nel nome del Padre mio e voi non mi ricevete; se un altro venisse nel proprio nome, lo ricevereste. 44 E come potete credere, voi che prendete gloria gli uni dagli altri, e non cercate la gloria che viene da Dio solo? 45 Non crediate che sia io ad accusarvi davanti al Padre; c'è gia chi vi accusa, Mosè, nel quale avete riposto la vostra speranza. 46 Se credeste infatti a Mosè, credereste anche a me; perché di me egli ha scritto. 47 Ma se non credete ai suoi scritti, come potrete credere alle mie parole?».

  Back

1 of 1

You'll get this book and many others when you join Bible Gateway Plus. Learn more

Viewing of
Cross references
Footnotes